Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Credit Suisse ha confermato oggi per la prima volta di avere consegnato dati di propri collaboratori alle autorità americane. "Il Consiglio federale ci ha autorizzati a fornire dati di collaboratori e noi li abbiamo trasmessi agli Stati Uniti", ha dichiarato all'agenzia Awp Brady Dougan, Ceo della banca.

Il Credit Suisse continua a lavorare per risolvere il contenzioso fiscale con gli USA, ha aggiunto il presidente della direzione. La banca coopera strettamente con tutti i servizi coinvolti per risolvere il problema e spera alla fine di trovare una soluzione, ha affermato Dougan, aggiungendo che è molto difficile dire quando ciò sarà possibile.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS