Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dall'entrata in vigore, nel luglio 2014, dell'accordo di libero scambio con la Cina, le esportazioni svizzere verso quel paese sono cresciute del 3,5% e le importazioni del 5,7%. Il raffronto, su base annua, si riferisce al periodo luglio-aprile.

Il commercio estero con la Cina, secondo cifre dell'amministrazione federale delle dogane, è progredito in modo più sostenuto rispetto alle altre aree economiche del mondo, dove i tassi di crescita sono stati dell'1,7% per l'export e del 2,6% per l'import.

La Cina nel 2014 è rimasta il sesto mercato d'esportazione per i prodotti svizzeri e il quarto "fornitore" per quanto riguarda le importazioni. Il deficit commerciale con la Cina è salito da un anno all'altro da 3,18 a 3,33 miliardi di franchi.

SDA-ATS