CSt: miliardo di coesione; Svizzera attende un segnale chiaro da UE

 Tutte le notizie in breve

Didier Burkhalter

KEYSTONE/PETER SCHNEIDER

(sda-ats)

Il Consiglio federale è disposto a fare un passo avanti sulla questione del miliardo di coesione versato ai Paesi dell'Est membri dell'Unione Europea.

Ma attende un segnale chiaro e atti concreti da parte di Bruxelles nell'ambito dei negoziati in corso su un accordo-quadro istituzionale.

Attualmente vi sono una quindicina di dossier bloccati tra l'UE e la Svizzera. Tra questi v'è l'accordo-quadro istituzionale per i bilaterali e il contributo finanziario della Confederazione ai Paesi dell'Europa dell'Est, il cosiddetto "miliardo di coesione", ha dichiarato il ministro degli affari esteri Didier Burkhalter durante la presentazione del Rapporto di politica estera 2016 al Consiglio degli Stati.

In seguito a informazioni pubblicate sulla stampa, che evocavano un congelamento del dossier, Burkhalter ha confermato che la questione è stata trattata dal Consiglio federale nella sua settimanale seduta. "Rispetto ad altre occasioni, la discussione è stata positiva", ha aggiunto. Il Dipartimento degli affari esteri è incaricato del dossier assieme a quello dell'economia.

Durante la seduta di mercoledì scorso, il governo ha accettato di proseguire i preparativi in vista di un nuovo contributo svizzero. Deciderà prossimamente come procedere in questo dossier e poi lo sottoporrà al Parlamento, ha dichiarato Burkhalter.

Segnali chiari

Il Consiglio federale attende tuttavia "segnali chiari" per uno sblocco dei negoziati da parte di Bruxelles. Secondo il ministro neocastellano, vi sono già stati alcuni gesti in tal senso, ma ciò non è sufficiente. A suo avviso, sarebbe nell'interesse dell'UE fare atti concreti.

Il contributo svizzero verrà in un secondo tempo. "È importante mostrare che Berna decide autonomamente", ha aggiunto il consigliere federale. "Ma non attendetevi una nuova decisione già la prossima settimana", ha precisato.

Sul dossier delle relazioni future tra la Svizzera e la Gran Bretagna dopo la Brexit, Burkhalter ha sottolineato come "il dossier avanzi, una strategia sia in corso e discussioni esplorative abbiano già avuto luogo". Ma le trattative ufficiali non sono ancora state avviate poiché il Regno Unito è ancora membro dell'UE.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve