Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un conducente di taxi che avrebbe collaborato ad indagini della polizia nel nord del Sinai è stato barbaramente trucidato ad Al Arish.

La città è da tempo teatro di attacchi e uccisioni di civili e di militari e poliziotti attribuiti a terroristi del gruppo Ansar Beit al Maqdis, che hanno dichiarato di aderire all'Isis e sono ora conosciuti con la sigla Welayat Sinai (Provincia del Sinai).

Secondo testimoni l'uomo, Mohamed Samir Sharab, di 34 anni, sotto la minaccia delle armi è stato costretto a scendere dal taxi, legato, fatto stendere a terra e poi massacrato facendo passare più volte avanti e indietro la vettura sulla sua testa. Soccorso successivamente da passanti, l'uomo è stato portato in ospedale dove ne è stata constatata la morte.

La notizia è stata confermata da fonti della sicurezza egiziana e dell'ospedale.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS