Egitto: tassista massacrato da terroristi in nord Sinai


 Tutte le notizie in breve

Un conducente di taxi che avrebbe collaborato ad indagini della polizia nel nord del Sinai è stato barbaramente trucidato ad Al Arish.

La città è da tempo teatro di attacchi e uccisioni di civili e di militari e poliziotti attribuiti a terroristi del gruppo Ansar Beit al Maqdis, che hanno dichiarato di aderire all'Isis e sono ora conosciuti con la sigla Welayat Sinai (Provincia del Sinai).

Secondo testimoni l'uomo, Mohamed Samir Sharab, di 34 anni, sotto la minaccia delle armi è stato costretto a scendere dal taxi, legato, fatto stendere a terra e poi massacrato facendo passare più volte avanti e indietro la vettura sulla sua testa. Soccorso successivamente da passanti, l'uomo è stato portato in ospedale dove ne è stata constatata la morte.

La notizia è stata confermata da fonti della sicurezza egiziana e dell'ospedale.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve