Tutte le notizie in breve

Una sedicenne francese musulmana "molto radicalizzata", arrestata la scorsa settimana nella banlieue di Parigi, è stata incriminata per associazione a delinquere con fini di terrorismo, e resta in detenzione provvisoria, come richiesto dalla procura parigina.

Lo riferisce una fonte giudiziaria, citata da diversi media francesi.

La giovane era stata arrestata la scorsa settimana a Melun. Secondo i primi elementi raccolti dagli inquirenti, riporta la stessa fonte, era amministratrice di un gruppo sull'applicazione di messaggistica criptata Telegram, su cui "ha diffuso degli appelli a commettere attentati e ha anche espresso la sua intenzione di passare all'azione".

Gli inquirenti, secondo quanto riporta la rete all news i-Telé, stanno esaminando il suo telefono cellulare e il suo computer, e hanno perquisito l'appartamento di suo padre.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve