Le imprese industriali svizzere continuano ad essere molto ottimiste nonostante il deterioramento dell'economia mondiale. È quanto emerge da un'indagine condotta dalla società di consulenza EY.

Secondo esperti, il motivo del persistente buon umore è il fatto che il settore si muove prevalentemente in nicchie altamente qualitative, che le rende più resistenti alle crisi, ma non invulnerabili.

Ben il 58% delle 218 imprese industriali svizzere sondate ritiene positiva la propria situazione aziendale. Sono quasi tante quante quelle dello scorso anno, comunica oggi EY. Allo stesso tempo, la percentuale di aziende industriali che esprimono un giudizio negativo sulla propria situazione è scesa a solo il 4%, ovvero al livello più basso dal 2011.

Anche volgendo lo sguardo al futuro, il 43% delle imprese industriali non quotate in borsa si aspetta un miglioramento della propria posizione nei prossimi mesi. "Attribuiamo la situazione soprattutto al fatto che le aziende hanno imparato a gestire il rischio di un franco svizzero troppo forte", scrivono gli esperti di EY nel Barometro dell'industria 2019.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.