Tutte le notizie in breve

I corridoi europei non si discutono. È il punto fermo indicato oggi dal ministro delle infrastrutture e dei trasporti italiano Graziano Delrio, intervenuto a Roma al convegno sul Corridoio Reno-Alpi a cui ha partecipato anche la consigliera federale Doris Leuthard.

"La collaborazione con l'Italia è molto, molto buona" e Italia e Svizzera "possono discutere insieme le opportunità future" per lo sviluppo delle infrastrutture e dei trasporti, ha dal canto suo affermato Leuthard, citata dall'agenzia di stampa Adnkronos. In particolare la ministra elvetica dei trasporti ha manifestato la propria "riconoscenza all'Italia per l'attuazione della riforma e il potenziamento dei porti".

"È importante - ha detto la consigliera federale - avere questa connessione, l'intermodalità è il futuro e ora abbiamo bisogno dei porti italiani". "Le infrastrutture - ha aggiunto - sono parte del successo economico e l'investimento in infrastrutture è fondamentale per lo sviluppo".

E a chi obietta che non c'è una domanda di traffico sufficiente che giustifichi queste nuove opere Delrio ha detto: "Noi non dobbiamo pensare a cinque-dieci anni ma a cento anni. Noi - ha insistito il ministro - abbiamo una modalità di trasporto sbagliata con troppi camion per le strade. Noi abbiamo, per questo, voluto aprire una nuova strada e abbiamo bisogno di tempo, pazienza e condivisione". "Come ho detto - ha aggiunto - ai miei amici sindaci della Val di Susa, i corridoi non si discutono. Si possono adattare, si può togliere l'over design, si può fare un'opera rispettosa al massimo dell'ambiente, ma vanno realizzati".

"In questa chiarezza di strategie devo ringraziare la Commissione europea e la Svizzera così europea che abbiamo trovato - ha detto rivolto a Doris Leuthard con la quale è previsto un incontro domani mattina -. L'Italia cerca di essere conseguente a questa strategia finanziando con risorse crescenti la logistica e il trasporto merci su ferro. Abbiamo finanziato i corridoi, i lavori stanno procedendo, in un biennio abbiamo fatto un salto di qualità ma abbiamo ancora molta strada da fare".

Il convegno è stato organizzato dal dicastero delle infrastrutture e trasporti italiano in occasione della prossima apertura commerciale della galleria del San Gottardo.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve