Tutte le notizie in breve

Un caccia FA-18 dell'esercito svizzero.

KEYSTONE/CHRISTIAN BRUN

(sda-ats)

Non occorre un nuovo rapporto sulla sicurezza dello spazio aereo svizzero. La competente commissione degli Stati propone, quasi all'unanimità, di respingere una mozione del PPD che chiedeva al Consiglio federale di presentare un documento in tal senso.

Il testo di Ida Glanzmann-Hunkeler (PPD/LU), accolto dal Nazionale nel settembre 2015, incaricava il governo di elaborare un piano a lungo termine per la messa in sicurezza dello spazio aereo elvetico, dopo il "no" di popolo e cantoni all'acquisto dei velivoli da combattimento Gripen.

Nel frattempo, però, sono stati avviati vari studi e il Dipartimento della difesa (DDPS) ha istituito un gruppo di esperti incaricato di preparare l'acquisto di nuovi aerei da combattimento.

"Alla luce dei materiali a disposizione e dei lavori già intrapresi, al momento la commissione della politica di sicurezza non ritiene necessaria l'elaborazione di ulteriori studi o rapporti: si correrebbe infatti il rischio di creare doppioni", si legge in una nota odierna dei servizi del Parlamento.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve