Tutte le notizie in breve

Nel discutere il programma di stabilizzazione delle finanze federali 2017-2019, il Consiglio nazionale ha deciso di tagliare 100 milioni in più nel 2018 e nel 2019 nell'amministrazione federale.

KEYSTONE/PETER KLAUNZER

(sda-ats)

Nel discutere il programma di stabilizzazione delle finanze federali 2017-2019, il Consiglio nazionale ha deciso, con 106 voti contro 81, di tagliare 100 milioni in più nel 2018 e nel 2019 nell'amministrazione federale.

Complessivamente le spese in questo settore dovranno quindi diminuire di 243 milioni nel 2018 e di 250 milioni nel 2019. Oltre al personale saranno toccati i beni e servizi nonché gli oneri d'esercizio e gli investimenti.

Come il Consiglio degli Stati, il Nazionale si è invece opposto alla soppressione prevista di posti doganali (tagli di circa 5,5 milioni all'anno).

Le discussioni proseguono con i crediti da assegnare alla cooperazione internazionale. La commissione propone di tagliare 100 milioni supplementari nel 2018 e nel 2019. L'aiuto allo sviluppo sarebbe così privato di 301 milioni nel 2018 e di 343 milioni l'anno seguente.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve