Tutte le notizie in breve

La Svizzera condanna fermamente l'attacco sferrato ieri contro un convoglio umanitario nella regione di Aleppo, in Siria, che ha provocato la morte di una ventina di persone. Lo si legge in un comunicato odierno del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE).

La Confederazione è preoccupata per la recrudescenza dei combattimenti, in manifesta violazione del regime di cessate il fuoco entrato in vigore una settimana fa. Berna esprime inoltre le sue condoglianze alle famiglie delle vittime e invita tutte le parti a rispettare gli obblighi del diritto internazionale umanitario.

Il DFAE afferma poi che la Svizzera è a favore di inchieste indipendenti, efficaci e approfondite in modo da evitare il ripetersi di tali tragedie e di un rafforzamento delle misure preventive. Viene anche ricordato l'impegno della Confederazione per una risoluzione politica del conflitto, oltre che quello per l'aiuto sul piano umanitario.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve