Tutte le notizie in breve

Trentadue comuni lucernesi sono chiamati alla cassa poiché non hanno garantito i posti per richiedenti asilo imposti loro dal governo cantonale. La multa ammonta complessivamente a 170'000 franchi, che andranno ai comuni che hanno offerto più posti del dovuto.

A fine giugno altri 19 comuni su 49 non hanno adempito ai loro doveri in questo ambito e quindi sono previste altre ammende nel prossimo trimestre, indica la Cancelleria lucernese in una nota odierna. Complessivamente mancano ancora 117 posti.

L'esecutivo cantonale a inizio anno ha ripartito i richiedenti utilizzando una proporzione di 12 ogni 1000 abitanti. In totale, da gennaio, si è riusciti a collocare 850 migranti supplementari.

Il canton Lucerna è momentaneamente responsabile per l'alloggio e l'assistenza di circa 1800 richiedenti asilo e 2400 rifugiati.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve