Tutte le notizie in breve

Calano gli utili, aumenta il fatturato

KEYSTONE/DOMINIC FAVRE

(sda-ats)

Adecco, numero uno mondiale del lavoro temporaneo, ha archiviato il primo trimestre con un utile di 144 milioni di euro, in calo del 10% rispetto ai primi tre mesi del 2015. Il volume d'affari è invece salito del 5% a 5,33 miliardi di euro.

L'utile lordo è aumento del 4% a 1,01 miliardi di euro, mentre i risultati operativi Ebitda e Ebit sono calati nelle stesse proporzioni a rispettivamente 228 e 219 milioni di euro. Il margine Ebita è diminuito al 4,3% a causa delle vacanze pasquali, che quest'anno hanno interessato il primo trimestre e lo scorso anno il secondo.

Ad eccezione dei dati sul fatturato e sull'utile lordo, superiori in modo marginale alle attese, la performance annunciata oggi si colloca nella parte inferiore delle proiezioni degli analisti consultati dall'agenzia finanziaria AWP, che avevano anticipato un Ebita di 235 milioni e un utile di 151 milioni di euro.

Con una quota del 22% dei ricavi l'America del Nord rimane il principale sbocco commerciale del gruppo: le entrate sono cresciute dell'1% a 1,15 miliardi euro. In Francia la crescita organica è stata del 7% per un fatturato di 1,11 miliardi. Il contributo al volume d'affari della Gran Bretagna è rimasto stabile a 545 milioni di euro, mentre quello - cumulato - di Germania, Austria e Svizzera è calato del 2% a 509 milioni.

Benelux e Paesi Bassi hanno generato 436 milioni di euro (+5%) e l'Italia 319 milioni (+9%): stessa crescita per la Penisola iberica (a 220 milioni). I ricavi generati in Giappone sono stati pari a 300 milioni (+2%).

Per l'insieme dell'esercizio la direzione mantiene l'obiettivo di una crescita pari a quella dei suoi principali concorrenti.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve