Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Con una manovra truffaldina, i malfattori indicano di voler "verificare il rispetto delle condizioni di pagamento SEPA"

Keystone/GAETAN BALLY

(sda-ats)

Ignoti truffatori sono attualmente all'opera cercando di raccogliere dati sensibili di contribuenti attraverso un'email.

In un messaggio elettronico, si fanno passare per l'Amministrazione federale delle contribuzioni (AFC) e tentano di ottenere informazioni su conti e carte di credito. Lo rivela la stessa AFC in una nota odierna.

L'ufficio federale mette in guardia contro questo tipo di "phishing". Con una manovra truffaldina, i malfattori indicano di voler "verificare il rispetto delle condizioni di pagamento SEPA (Single Euro Payments Area)". Ma l'obiettivo è di "procurarsi, tramite e-mail, denaro e copie di passaporti nonché di accedere a informazioni su conti e carte di credito dei contribuenti".

Chi riceve il messaggio "non deve quindi assolutamente dare seguito a questa e-mail". L'AFC aggiunge che non ha nulla a che fare con tutto ciò e "figura abusivamente quale mittente".

Il tentativo di "phising" è già stato segnalato alle competenti autorità federali incaricate di combattere questo tipo di criminalità.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS