Tutte le notizie in breve

Una famiglia afghana An Afghan

KEYSTONE/AP/RAHMAT GUL

(sda-ats)

Il governo afghano e l'Hezb-e-Islami, uno dei tre gruppi che, insieme ai talebani e alla Rete Haqqani, si oppongono da tempo in armi alle forze di sicurezza afghane, firmeranno oggi a Kabul una bozza di accordo di pace.

L'accordo permetterà al 'Signore della guerra' e leader del gruppo, Gulbuddin Hekmatyar, di rientrare in Afghanistan dopo anni di esilio.

Il team negoziatore di Hezb-e-Islami, di cui fa parte il figlio del leader, Habiburahman Hekmatyar, è giunto per questo ieri nella capitale afghana.

In futuro, dopo che il nome di Gulbuddin Hekmatyar sarà stato tolto dalle 'blacklist' di Onu e Usa, vi sarà una firma finale dell'accordo di pace fra il presidente afghano Ashraf Ghani e lo stesso leader dell'Hezb-e-Islami.

Da parte sua la ong per la difesa dei diritti umani Human Rights Watch (Hrw) ha ricordato oggi che Gulbuddin Hekmatyar "è un noto 'Signore della guerra' che quando fu primo ministro nel 1992 non esitò a bombardare la stessa Kabul".

"Il suo ritorno - si dice ancora - rafforzerà la cultura dell'impunità che il governo afghano e i suoi sostenitori stranieri hanno incoraggiato non chiedendo conto per le numerose vittime causate da Hekmatyar e dagli altri 'Signori della Guerra' che hanno devastato il Paese negli anni '90".

sda-ats

 Tutte le notizie in breve