Afghanistan: kamikaze contro esercito in Khost, due morti


 Tutte le notizie in breve

Agenti della sicurezza afghana.

KEYSTONE/EPA/MUHAMMAD SADIQ

(sda-ats)

Un kamikaze su un'autobomba si è fatto esplodere oggi vicino a una base dell'esercito nella provincia orientale di Khost, uccidendo almeno due soldati e ferendone altri dieci. I talebani dell'Emirato islamico dell'Afghanistan hanno rivendicato l'attacco.

Una fonte dell'amministrazione locale ha indicato all'agenzia di stampa italiana ANSA che l'attacco è avvenuto nel distretto di Sabari e l'esplosione, fortissima, ha causato danni in un raggio di centinaia di metri.

Da parte sua un giornalista locale ha sostenuto che il bilancio potrebbe aggravarsi perché la base ospitava decine di soldati afghani.

Rivendicando l'attentato in un comunicato, i talebani hanno indicato che in un primo tempo è stato fatto esplodere un camion-bomba all'ingresso della base e successivamente i mujaheddin hanno cominciato a sparare sui soldati. Senza precisare il numero di vittime, i talebani assicurano che nel compound si trovavano 70-80 militari, "molti dei quali sono stati uccisi".

Le fonti ufficiali parlano di due soldati morti e nove feriti, ma fonti anonime dell'amministrazione locale hanno alzato il bilancio ad almeno cinque soldati morti e 15 feriti.

Da parte sua un giornalista locale ha detto all'ANSA che una cinquantina di case attorno alla base sono state danneggiate dall'esplosione, udita a chilometri di distanza, e che fra i feriti vi sono donne e bambini.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve