Tutte le notizie in breve

Nel 73% dei casi le vittime erano di sesso femminile

Keystone/LUIS BERG

(sda-ats)

Lo scorso anno in Svizzera i centri di aiuto alle vittime di reati hanno trattato 33'783 casi e nel 49% di essi ci sono state lesioni personali o violenza. Sono stati versati 1,3 milioni di franchi per indennizzi e 4,8 milioni di franchi per riparazioni morali.

Nel 73% dei casi le vittime erano di sesso femminile, metà delle quali di età compresa tra i 30 e i 64 anni e un quinto minorenne, fa sapere oggi l'Ufficio federale di statistica (UST). Il 51% delle vittime erano di nazionalità svizzera. In due terzi dei casi è stata erogata una consulenza giuridica. Per garantire la protezione delle vittime, nel 6% dei casi è stato necessario collocarle in centri adeguati.

Nell'anno in rassegna sono state avanzate 1397 richieste di indennizzo, di anticipo dell'indennizzo e di riparazioni morali, delle quali il 51% è stato approvato. La somma delle prestazioni versate ammontava a 6,1 milioni di franchi, pari al 20% di meno rispetto all'anno precedente.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve