AR: piscine hanno discriminato disabili


 Tutte le notizie in breve

Le piscine termali Unterrechstein di Heiden (AR) si sono rese colpevoli di discriminazione nei confronti di cinque bambini handicappati. È la conclusione a cui è giunto il tribunale cantonale.

Nel 2012 era stato rifiutato l'accesso ai disabili perché disturbavano gli altri clienti.

In seguito a fallite sedute di conciliazione, le associazioni Égalité handicap, Insieme, Procap e Pro Infirmis avevano deciso di sporgere denuncia. Secondo la corte, l'atteggiamento delle piscine ha violato la Legge federale sull'eliminazione di svantaggi nei confronti dei disabili. Privati che offrono servizi non possono infatti discriminare persone a causa del loro handicap.

Le piscine Unterrechstein dovranno farsi carico delle spese processuali di 4'500 franchi e dovranno versare un risarcimento di 34'000 franchi. La sentenza non è ancora cresciuta in giudicato ed è possibile fare ricorso.

Secondo le organizzazioni in favore dei disabili, si tratta della prima sentenza di questo genere in Svizzera. "Speriamo in un forte segnale a livello nazionale", si legge in una presa di posizione.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve