Tutte le notizie in breve

L'ex presidente argentina Cristina Fernandez de Kirchner.

KEYSTONE/AP/VICTOR R. CAIVANO

(sda-ats)

Un magistrato federale argentino ha disposto oggi il blocco dei beni personali dell'ex presidente Cristina Fernandez de Kirchner, nel quadro di un'inchiesta sulla vendita di future in valuta estera negli ultimi mesi del suo mandato.

Kirchner era stata convocata oggi dal giudice Claudio Bonadio, che le ha comunicato di aver disposto la proibizione totale di compravendita dei beni mobili ed immobili a suo nome e formalizzato la sua imputazione per "amministrazione infedele", cioè per aver causato un danno all'amministrazione pubblica attraverso una sua decisione di governo.

Bonadio ha anche ordinato un embargo dei beni dell'ex presidente per un ammontare di 15 milioni di pesos, cioè poco meno di un milione di euro.

Kirchner, da parte sua, ha approfittato della sua presenza nei tribunali di Buenos Aires per presentare una denuncia per calunnia e diffamazione contro la deputata Margarita Stolbizer (opposizione di centrosinistra), che ha denunciato che tanto lei come i suoi due figli posseggono grandi quantità di dollari non dichiarati al fisco.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve