Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il cantone di Ginevra si aspetta dai comuni che collaborino per accogliere i richiedenti asilo.

Nove di loro sono stati sollecitati all'apertura dei loro rifugi della protezione civile ma sei si sono opposti. Il Cantone ricorda che dovrebbe accogliere il 5,9% degli asilanti attesi in Svizzera nel 2016.

Oggi in un comunicato il Dipartimento dell'impiego, degli affari sociali e della salute, ricorda che la politica d'asilo rientra nelle competenze della Confederazione. "Tutti i Cantoni hanno l'obbligo di offrire alloggio e fornire modalità d'integrazione per prendere a carico le persone che hanno ottenuto lo statuto di rifugiati o la cui procedura è in corso".

A metà giugno il governo ha adottato un regolamento che gli permetteva di obbligare i comuni, in caso di situazione d'emergenza in materia di asilo, di mettere temporaneamente a disposizione le loro strutture di protezione civile. Sei dei nove comuni sollecitati in tal senso si sono opposti, ha indicato il consigliere di Stato Mauro Poggia, responsabile del dipartimento.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS