Tutte le notizie in breve

Una donna con i suoi bambini (archivio)

KEYSTONE/EDDY RISCH

(sda-ats)

In aprile sono state presentate 1748 domande d'asilo in Svizzera, 224 in meno rispetto a marzo. Lo comunica oggi la Segreteria di Stato della migrazione (SEM), precisando che il numero delle richieste presentate è in calo dallo scorso dicembre.

Rispetto al mese di aprile del 2015 c'è però stato un aumento: allora le richieste d'asilo erano state 1376. In un anno c'è quindi stato un aumento del 27%.

Lo scorso mese, i principali paesi di provenienza sono stati l'Eritrea con 194 domande (-33), il Gambia con 144 (+1), la Somalia con 124 (+19), la Siria con 116 (-25), l'Afghanistan con 113 (-53) e il Marocco con 111 (-9), precisa la nota. L'autorità parla del quinto mese consecutivo che registra un calo ma sostiene che l'evoluzione della situazione è imprevedibile.

Nel mese di aprile sono state liquidate in prima istanza 2815 domande, di cui 781 con una decisione di non entrata nel merito in virtù dell'Accordo di Dublino, 562 con la concessione dell'asilo e 596 con l'ammissione provvisoria. Le giacenze sono diminuite di 884 unità rispetto al mese precedente.

Nel mese in rassegna 858 persone hanno lasciato la Svizzera in maniera controllata. Berna ha chiesto ad altri Stati Dublino la presa a carico di 1070 persone. Dal canto suo la Confederazione ha ricevuto 248 domande in base alla procedura Dublino. 419 persone sono state trasferite nello Stato Dublino competente e 37 persone in Svizzera.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve