Tutte le notizie in breve

Immagine di un pitone (archivio)

KEYSTONE/SALVATORE DI NOLFI

(sda-ats)

Era andata a dormire a casa di un'amica a Mission Beach, nel nordest tropicale dell'Australia, ed è stata svegliata in piena notte da un pitone lungo cinque metri che si snodava dal salotto fino ai piedi del letto.

È successo ieri a Julie Birrel, che con le sue grida ha svegliato l'amica Trina Hibberd. Questa ha tentato di calmarla: il pitone di 40 chili, soprannominato Monty (come il gruppo di comici Monty Python), viveva da almeno 15 anni nell'interstizio delle pareti e nei soffitti della casa.

Monty era strisciato lungo la veranda e sopra il muro del salotto, accendendo l'interruttore della luce, infilandosi in camera da letto e facendo cadere una lampada. Le due amiche hanno filmato l'animale, l'hanno rinchiuso in camera da letto e hanno chiamato l'acchiappa-serpenti locale, Dave Goodwin.

"Siamo entrati in camera da letto, era sospeso dall'asta della tenda fino al comodino e quello era solo un terzo della lunghezza", ha detto Goodwin alla radio nazionale Abc. "L'ho afferrato attorno al collo e mi si è attorcigliato sul braccio, ma insieme siamo riusciti a sistemarlo in un contenitore". Monty è stato infine messo in libertà in un bosco.

La signora Hibberd ha poi rivelato di aver visto il pitone già 15 anni fa, quando aveva infilato la testa nel bagno mentre lei era sotto la doccia: "Sapevamo che era in giro, ma non l'avevo mai visto dentro casa".

sda-ats

 Tutte le notizie in breve