Tutte le notizie in breve

Il 68% delle imprese svizzere incontrano difficoltà nel reclutamento di nuovo personale per occupare posti vacanti. Lo afferma un sondaggio condotto presso 150 aziende dalla società di consulenza Robert Walters.

La metà dei datori di lavoro constatano una carenza di candidati sul piano regionale, in particolare di persone con le necessarie competenze linguistiche. Le imprese lamentano inoltre lacune sul piano delle qualifiche tecniche (70%) e giudicano un ostacolo (36%) le alte richieste di salario avanzate dai futuri collaboratori.

La ricerca di personale qualificato è diventata un'operazione altamente competitiva: la conseguenza, per il 36% del campione, è che è sempre più difficile rispettare le scadenze e soddisfare le aspettative dei clienti. Il 22% segnala addirittura un calo della produttività.

La mancanza di candidati qualificati comporta peraltro un più alto carico di lavoro per i dipendenti in organico, con effetti negativi sul morale aziendale e sulla fluttuazione del personale.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve