Tutte le notizie in breve

Il presidente americano Barack Obama ha deposto una corona di fiori al Memoriale della Pace di Hiroshima.

KEYSTONE/AP/SHUJI KAJIYAMA

(sda-ats)

Il corteo presidenziale con a bordo Barack Obama è arrivato al Memoriale della Pace di Hiroshima.

Obama ha visitato il Museo dell'Atomica, costruito su uno dei lati del Museo della Pace. Il presidente è accompagnato tra gli altri dall'ambasciatore Usa a Tokyo, Caroline Kennedy, figlia dell'ex presidente Jfk.

Obama ha deposto una corona di fiori, a suo nome, sul Memoriale della Pace.

"Settantuno anni fa la morte è arrivata dal cielo e il mondo è cambiato", sono state le prime parole del presidente degli Stati Uniti. "La guerra nucleare ha raggiunto qui il suo picco peggiore".

"Dobbiamo fare di più per evitare di soffrire di nuovo, tra pochi anni gli hibakusha (sopravvissuti all'atomica, ndr) non ci saranno più", ha detto Obama, sulla necessità di prendere misure perché i fatti di Hiroshima e Nagasaki non si ripetano di nuovo.

"Le voci dei caduti ci parlano", ha detto il presidente Usa. "In pochi anni circa 60 milioni di persone morirono", ha aggiunto in merito alla Seconda guerra mondiale."La rivoluzione tecnologica deve essere accompagnata da una rivoluzione morale", ha detto, affermando che il mondo ha ripetuto gli stessi errori delle precedenti generazioni, usando le guerre come mezzo di conquista.

"Dobbiamo fare il possibile per distruggere gli armamenti o bloccare i fanatici dall'impadronirsi di questi armamenti", ha detto il presidente americano.

"Ciò che è accaduto, l'immagine di un fungo nucleare, ci ricorda le contraddizioni umane. Nel giro di pochi anni sono morte 60 milioni di persone", ha detto Obama. "Siamo qui e cerchiamo di immaginare il momento in cui questa bomba è caduta, pensiamo a cosa hanno provato i bambini....". Il diritto alla vita e alla libertà "è un ideale per il quale battersi": il presidente Usa dice che il mondo deve "prevenire le guerre attraverso la diplomazia" e lavorare per "raggiungere un mondo senza più l'atomica".

Il premier nipponico Shinzo Abe, nel discorso che ha seguito quello di Obama, ha detto: "La visita del presidente Obama apre un nuovo capitolo per la riconciliazione dei rapporti tra Giappone e Stati Uniti".

Dopo il suo discorso al Memoriale della pace, il presidente Barack Obama si è intrattenuto per qualche minuto con alcuni sopravvissuti alla bomba nucleare. Dalle immagini mostrate in mondovisione, Obama e i superstiti giapponesi sono apparsi sorridenti, con i volti distesi.

Il premier giapponese Shinzo Abe accompagnerà il presidente statunitense nel corso della sua visita nella città devastata dalla bomba atomica il 6 agosto del 1945.

Attorno al parco, nella giornata di ieri, si erano registrate manifestazioni limitate di protesta per la visita americana, con cartelli contro l'interventismo militare e la base statunitense di Okinawa.

Obama ha tenuto già un breve discorso alle truppe americane e giapponesi alla base di Iwakuni, a 40 km da Hiroshima, dove è atterrato stamane.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve