Tutte le notizie in breve

Un'immagine mostra l'insegna del Centro di ricerca congiunturale del Politecnico di Zurigo (KOF) (foto d'archivio).

Keystone/GAETAN BALLY

(sda-ats)

Le prospettive per l'economia elvetica rimangono favorevoli: in luglio il barometro del Centro di ricerca congiunturale del Politecnico di Zurigo (KOF) si è attestato a 102,7 punti, 0,1 punti in più di giugno (indicatore rivisto da 102,4 a 102,6).

Il dato è superiore alle previsioni: gli analisti interrogati dall'agenzia Awp scommettevano su un indice fra 100,8 e 102,0 punti. Nonostante la Brexit e diversi altri rischi geopolitici il barometro non si è praticamente mosso, sottolinea il KOF in un comunicato odierno. Dallo scorso febbraio l'indicatore si muove stabilmente sopra la media pluriennale.

Malgrado le incertezze riguardo alla tenuta della congiuntura mondiale secondo il KOF le opportunità per l'industria di esportazione elvetica sono migliorate. Anche gli indicatori del settore bancario sono al rialzo. Rimangono stabili le prospettive relative a consumi, costruzione e turismo.

All'interno dell'industria il KOF mette in luce un quadro differenziato. Si presenta ancora fosca la situazione per il ramo delle macchine, dell'elettronica e dei metalli, mentre nell'alimentare e nella carta il cielo si è fatto più sereno.

Il Centro di ricerca congiunturale del Politecnico presenta il suo barometro come un indicatore che anticipa l'evoluzione dell'economia. Si compone di diversi dati: attualmente comprende 238 sottoindicatori.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve