Tutte le notizie in breve

Un'immagine dell'incidente mostra il battello da crociera incastrato sotto i due ponti sul territorio della città bavarese di Erlangen (D).

Keystone/EPA/NICOLAS ARMER

(sda-ats)

Due membri dell'equipaggio di un battello da crociera sono morti in seguito a un impatto avvenuto la scorsa notte tra l'imbarcazione, battente bandiera svizzera, e un ponte ferroviario sul Canale Reno-Meno-Danubio sul territorio della città bavarese di Erlangen (D).

Le vittime sono un marinaio 33enne e un comandante 49enne, alla guida come sostituto del capitano, ha riferito un portavoce della polizia locale. Si tratta di due cittadini ungheresi. Nessuno dei 180 passeggeri e degli altri 49 membri dell'equipaggio è rimasto ferito.

Il battello era appena partita da Erlangen in direzione della capitale ungherese Budapest. Secondo le indagini, un primo impatto con un ponte stradale ha probabilmente scoperchiato la cabina di comando. Quest'ultima è poi andata completamente distrutta in un secondo urto - avvenuto pochi metri dopo - contro un viadotto ferroviario più basso. L'imbarcazione è rimasta incastrata e le persone a bordo hanno dovuto attendere diverse ore prima di essere portate a terra in mattinata. Alle operazioni di soccorso hanno partecipato oltre 200 persone. I due membri dell'equipaggio sono morti sul posto.

Secondo il portavoce della polizia Michael Petzold al momento non è ancora possibile stabilire le cause dell'incidente e quindi "se si tratti di errore umano, problemi tecnici o una combinazione delle due cose". Solitamente però l'equipaggio abbassa la cabina di comando. Sul posto vi sono periti della polizia fluviale e del ministero pubblico.

"Siamo molto dispiaciuti. Alcuni collaboratori si trovano a Norimberga per collaborare con le forze dell'ordine locali per scoprire i dettagli dell'incidente", ha riferito dagli Stati Uniti all'agenzia di stampa tedesca Dpa un portavoce di Viking River Cruises, l'impresa privata della nave battente bandiera svizzera.

Il traffico navale sul canale è stato per il momento interrotto. Non è ancora chiaro quando il battello potrà essere recuperato. "Visto che la cabina di comando è andata completamente distrutta, saranno necessarie apposite imbarcazioni per trainarlo", ha precisato il portavoce della polizia. Secondo informazioni comunali, il ponte ferroviario è stato riaperto alla circolazione dopo attente verifiche.

Un altro incidente si è verificato oggi nei pressi della capitale slovacca Bratislava, al confine con l'Ungheria. Una nave da escursione battente ancora una volta bandiera svizzera, con a bordo 150 persone, è andata a cozzare contro una sponda. Non si registrano feriti. Il capitano era sotto l'influsso dell'alcool e dopo i fatti è stato portato in ospedale perché lamentava nausea e disturbi cardiaci, ha riferito il ministro dei trasporti slovacco Arpad Ersek. Anche in questo caso sono in corso indagini.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve