Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un'immagine della località di Faulensee, sul lago di Thun.

Swisstopo

(sda-ats)

Una unità speciale della polizia cantonale bernese ha trovato il cadavere di un uomo stamane in una casa del villaggio di Faulensee, sul lago di Thun, dopo essere stata chiamata sul posto a causa di non meglio precisate minacce proferite contro alcune persone.

Le circostanze dei fatti - forse un dramma familiare - non sono ancora chiare. La portavoce della polizia cantonale Regina Aeberli ha confermato all'ats la notizia pubblicata sul suo sito web dal giornale "20 Minuten", corredata da foto e testimonianze. La polizia - ha detto - è stata allertata poco prima delle 10.30 a causa di minacce proferite contro singole persone in una casa del villaggio. Al loro arrivo tre persone che si trovavano nell'abitazione avevano già potuto trarsi in salvo da sole.

Gli agenti hanno bloccato per motivi di sicurezza l'accesso al tratto di strada principale tra Spiez e Interlaken - la Interlakenstrasse - vicino alla quale si trova la casa e anche una scuola. Quando sono poi penetrati nell'edificio hanno trovato il cadavere di un uomo. La portavoce non ha fornito maggiori precisazioni, limitandosi a dire che la polizia esclude un incidente o un intervento di terzi.

Una persona del luogo citata da "20 Minuten" afferma di aver visto un uomo che si agitava con una pistola in mano uscendo di tanto in tanto sul balcone della casa. Un altro abitante citato dal giornale dice di aver udito un solo colpo (d'arma da fuoco), quando gli agenti di polizia armati di tutto punto e muniti di giubbotto antiproiettile - membri dell'unità speciale Enzian (Genziana) - avevano già circondato l'edificio.

SDA-ATS