Tutte le notizie in breve

Un poliziotto armato sorveglia Bruxelles (foto d'archivio).

Keystone/EPA/CHRISTOPHE PETIT TESSON

(sda-ats)

Un uomo ha aggredito con un coltello da cucina una pattuglia di poliziotti a Molenbeek, a Bruxelles, ma "non c'è nessun indizio" che sia terrorismo. Lo ha comunicato la procura di Bruxelles, dopo l'arresto dell'uomo di cui deve ancora essere stabilita l'identità.

Dai primi dati forniti potrebbe essere una persona in soggiorno illegale e già nota alla giustizia.

Il giovane è stato visto aggirarsi in un parco con il coltello da una donna, che ha avvertito le forze dell'ordine. Due poliziotti si sono quindi avvicinati all'uomo che li ha immediatamente attaccati scagliando diversi colpi al ventre con l'arma da taglio, senza però ferirli in quanto i due portavano il giubbotto antiproiettile.

L'uomo arrestato è un marocchino di 24 anni, M.Z., in soggiorno illegale in Belgio e per cui ha già più volte ricevuto l'ordine di lasciare il Paese. Il giovane è noto alla polizia per furti semplici ma non per fatti di terrorismo. E anche al momento dell'aggressione ai due poliziotti che lo volevano fermare, ha precisato la Procura, non ha pronunciato nessuna parola o frase in connessione con il movimento jihadista.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve