Tutte le notizie in breve

Un "ricovero programmato" secondo i medici

Keystone/AP/ANTONIO CALANNI

(sda-ats)

È stato un "ricovero programmato" quello che ha portato l'ex premier Silvio Berlusconi questa mattina all'Ospedale San Raffaele di Milano, per uno scompenso cardiaco che gli aveva dato problemi già nei giorni scorsi.

Berlusconi è seguito da vicino da Alberto Zangrillo, suo medico personale e direttore di Anestesia e Rianimazione della stessa struttura. "La definizione diagnostica e le strategie terapeutiche - ha spiegato Zangrillo - saranno affrontate nei prossimi giorni".

Secondo quanto si è appreso da fonti ospedaliere, al momento non sono previsti interventi ma solo un ricovero a scopo precauzionale, seguito da alcuni controlli cardiologici.

Fonti di Forza Italia hanno precisato che Berlusconi non ha avuto alcun malore nei giorni scorsi, e che i sintomi che ha avuto hanno portato i medici a consigliare il ricovero per qualche giorno per fare i dovuti accertamenti. La situazione, riferiscono fonti vicine a Berlusconi, al momento non desta alcun allarme.

È stato peraltro lo stesso leader di Forza Italia ieri, durante il consueto pranzo del lunedì ad Arcore con i figli, i manager delle sue aziende e i dirigenti del suo partito, ad anticipare che oggi si sarebbe sottoposto a una serie di visite cardiache in ospedale.

Lo scorso 4 dicembre, sempre al San Raffaele, Berlusconi era stato sottoposto a un intervento per la sostituzione del pacemaker, ausilio con cui il presidente del Milan convive da ormai dieci anni.

Il ricovero di oggi è solo l'ultimo di una lunga serie che si è verificata negli ultimi 10 anni. Nel maggio 1997 Berlusconi, che a settembre compirà 80 anni, è stato operato per un tumore alla prostata. Nel novembre 2006 ad Anversa ha subìto l'asportazione di un frammento del menisco del ginocchio destro; alcune settimane dopo è stato ricoverato in seguito a un malore durante un comizio. A dicembre dello stesso anno, a Cleveland (Usa) gli è stato impiantato un pacemaker al cuore.

Nell'ottobre 2010 è stato operato per una tendinite alla mano sinistra; nel marzo 2011 Berlusconi ha avuto un intervento chirurgico programmato, in una clinica privata di Milano, per riparare i danni alla mascella causati da un'aggressione avvenuta nel 2009. Nel 2013 ha un nuovo ricovero al San Raffaele per una patologia oculare chiamata uveite; nell'aprile 2014 è costretto a un ulteriore ricovero per una dolorosa infiammazione al ginocchio sinistro. Nel novembre 2014 viene ancora ricoverato per una ricaduta dell'uveite, mentre nel dicembre 2015 è avvenuta la sostituzione programmata del pacemaker.

L'ultimo ricovero prima di quello odierno risale al marzo 2016, con un intervento programmato per curare una cataratta all'occhio destro.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve