Tutte le notizie in breve

Dopo i disordini avvenuti la notte scorsa a Berna a margine di una festa illegale, il municipale Reto Nause, responsabile della sicurezza, ha chiesto l'intervento della Confederazione. Intanto i danni sono stimati in decine di migliaia di franchi.

Giovani hanno provocato numerosi danneggiamenti, prima di essere dispersi dalle forze dell'ordine. Dal canto suo, la Gioventù socialista di Berna denuncia una violenza "sproporzionata" da parte della polizia e imputa i disordini alla mancanza di spazi liberi.

Reto Nause non è però dello stesso avviso: ancora una volta i manifestanti hanno agito con "una brutalità inimmaginabile", ha detto all'ats. Agenti e pompieri sono persino stati aggrediti.

Secondo il municipale, non si tratta però di un fenomeno unicamente bernese. Anche "Zurigo e Basilea hanno conosciuto episodi simili". Per questo Nause intende rivolgersi al Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC). La polizia vedrebbe così anche facilitato il suo compito, potendo fare ricorso alla videosorveglianza, ha spiegato.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve