Tutte le notizie in breve

Un'immagine mostra un luogo dell'esplosione a New York (foto d'archivio).

Keystone/FR170905 AP/ANDRES KUDACKI

(sda-ats)

Ahmad Khan Rahami, l'americano di origine somale accusato delle bombe a New York e in New Jersey, stava preparando gli attentati da mesi, almeno dal 20 giugno, quando ha ordinato su eBay i prodotti chimici ed elettrici per i suoi ordigni.

L'uomo ha continuato a ricevere i componenti fino al 10 agosto, poi ha cominciato a confezionare i tubi bomba e le pentole a pressione esplosive anche se non è ancora stato accertato se abbia avuto l'aiuto di qualcuno.

Rahami ha acquistato su internet anche i due cellulari che dovevano servire per innescare le bombe. Su uno ha lasciato incautamente le sue impronte digitali, come pure sulla pentola a pressione che non è deflagrata e nello zaino con vari ordigni recuperato alla stazione di Elizabeth, in New Jersey.

Ahmad Khan Rahami aveva un account Youtube a nome yaafghankid786 e tra i 96 video preferiti (nessuno di sua produzione) ce ne sono due legati alla jihad, mentre altri contengono canzoni d'amore con coppie in romantici abbracci, immagini di clown paurosi, istruzioni su come farsi il nodo Windsor sulla cravatta, gatti che giocano.

È quanto emerge dagli atti giudiziari depositati nella causa pendente davanti alla corte distrettuale federale di New York. Uno dei video è intitolato ''jihad nasheed ya shahid'', un riferimento all'inno del martire. Un altro video, ''best jihad nasheed'' include sottotitoli mentre scorrono immagini di battaglie nel deserto per tre minuti.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve