Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura negativa per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8641,46 punti, in flessione dello 0,27% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,22% a 9516,24 punti.

Come già ieri gli investitori mantengono un atteggiamento attendista: il prossimo appuntamento importante è fissato per venerdì, con la pubblicazione del rapporto mensile sul mercato del lavoro americano. Già oggi giungeranno però dagli Usa altri dati macro.

Wall Street ha ieri recuperato parte delle perdite dopo la chiusura delle contrattazioni sul vecchio continente (Dow Jones -0,24% a 20'954,34 punti, Nasdaq -0,37% a 5849,18 punti), mentre le piazze asiatiche si sono mosse poco, a cominciare da Tokyo (Nikkei -0,18% a 19'344,15 punti).

Sul fronte interno tutte le blue chip presentano variazioni frazionali. L'attenzione è oggi però rivolta al mercato allargato, dove è arrivata una raffica di risultati aziendali.

L'avvio di seduta è stato poco dinamico anche sulle altre borse europee. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax +0,04% a 11'963,76 punti), Londra (Ftse 100 +0,11% a 7358,36 punti), Parigi (Cac 40 +0,05% a 4974,79 punti) e Milano (Ftse Mib +0,21% a 19'490 punti).

SDA-ATS