Tutte le notizie in breve

Apertura poco mossa per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8217,10 punti, in flessione dello 0,05% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,09% a 8904,15 punti.

Il mercato è influenzato dallo scarso dinamismo di Wall Street (Dow Jones -0,01% a 18'472,17 punti, Nasdaq +0,58% a 5139,81 punti) e dalle chiusure contrastate delle piazze asiatiche, con Tokyo in negativo (Nikkei -1,13% a 16'476,84 punti).

Ieri la Federal Reserve ha lasciato invariato il tasso di riferimento, come era nelle attese, ma non ha fornito indicazioni chiare riguardo ai tempi della prossima stretta monetaria. Secondo i commentatori questa potrebbe essere possibile già in settembre.

Sul fronte interno gli occhi sono puntati su Credit Suisse (+2,86%), che ha stupito in bene presentando un utile nel secondo trimestre. Tutte le altre blue chip mostrano variazioni inferiori al mezzo punto percentuale.

L'avvio di seduta è stato prudente anche sulle altre piazze europee. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax -0,09% a 10'309,92 punti), Londra (Ftse 100 -0,16% a 6739,48 punti), Parigi (Cac 40 +0,01% a 4447,21 punti) e Milano (Ftse Mib +0,05% a 16'871 punti).

sda-ats

 Tutte le notizie in breve