Tutte le notizie in breve

Apertura poco mossa per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8213,61 punti, in flessione dello 0,02% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,08% a 8932,18 punti.

Gli investitori danno prova di cautela, in attesa della pubblicazione in serata dei verbali della Federal Reserve relativi alla seduta di luglio. L'interrogativo di fondo è legato ai tempi del rialzo dei tassi, dopo le dichiarazioni di alcuni membri dell'istituto che fanno pensare a una prossima stretta monetaria.

Sul fronte interno gli occhi sono rivolti soprattutto al mercato allargato, con la diffusione di diversi semestrali. Le blue chip marciano per contro sul posto: tutte presentano variazioni inferiori al mezzo punto percentuale, con l'unica eccezione di Richemont (-0,74%).

L'avvio di seduta è stato al rialzo sulle altre piazze europee. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax +0,17% a 10'694,55 punti), Londra (Ftse 100 +0,35% a 6918,31 punti), Parigi (Cac 40 +0,33% a 4475,13 punti) e Milano (Ftse Mib +0,31% a 16'845 punti).

Wall Street ha terminato ieri in rosso (Dow Jones -0,45% a 18'552,02 punti, Nasdaq -0,66% a 5227,11 punti), mentre su Tokyo splendeva oggi il sole (Nikkei +0,90% a 16'745,64 punti).

sda-ats

 Tutte le notizie in breve