Tutte le notizie in breve

Apertura poco mossa per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8070,67 punti, in flessione dello 0,05% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,06% a 8812,88 punti.

Dopo la buona seduta di ieri il mercato tira il fiato, con gli investitori che rimangono prudenti in attesa del "Beige Book" sullo stato dell'economia americana, che sarà pubblicato in serata, e della riunione di domani della Banca centrale europea.

Con attenzione sarà anche seguito il terzo e ultimo duello televisivo fra i candidati alla presidenza Usa Donald Trump e Hillary Clinton. Se dovesse imporsi il primo sono attese turbolenze sui mercati finanziari.

Sul fronte interno le variazioni dei singoli titoli sono al momento meramente frazionali, con l'unica eccezione di Adecco (+2,58%), che beneficia di raccomandazioni da parte di Credit Suisse e Kepler Cheuvreux.

Le piazze asiatiche hanno chiuso in rialzo sulla scia dei dati sulla crescita cinese, che alla fine del terzo trimestre sale del 6,7% e conferma ampiamente le previsioni. Tokyo non si è però rivelata molto tonica (Nikkei +0,21% a 16'998,91 punti). Ha fatto meglio ieri Wall Street (Dow Jones +0,42% a 18'161,94 punti, Nasdaq +0,85% a 5243,84 punti).

L'avvio di seduta è stato di piccolo cabotaggio pure sulle altre piazze europee. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax -0,04% a 10'626,99 punti), Londra (Ftse 100 -0,07% a 6995,29 punti), Parigi (Cac 40 +0,10% a 4513,49 punti) e Milano (Ftse Mib +0,03% a 16'970 punti).

sda-ats

 Tutte le notizie in breve