Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura poco mossa per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8626,54 punti, in progressione dello 0,03% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI era invariato a 9507,95 punti.

Mancano gli impulsi in grado di sostenere il mercato. Wall Street ha terminato debole (Dow Jones -0,14% a 20'924,76 punti, Nasdaq -0,26% a 5833,93 punti), marciando praticamente sul posto dopo la fine delle contrattazioni sul vecchio continente, mentre i mercati asiatici hanno chuso in ordine sparso, con Tokyo negativa (Nikkei -0,47% a 19'254,03 punti).

Sul fronte interno le variazioni dei singoli titoli sono al momento inferiori al mezzo punto percentuale, con l'unica eccezione di Zurich (+0,54%). L'attenzione è comunque maggiormente concentrata sul mercato allargato, con diverse aziende che hanno informato sull'andamento degli affari.

L'avvio di seduta è stato più negativo sulle altre piazze europee. Nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax -0,36% a 11'922,86 punti), Londra (Ftse 100 -0,07% a 7333,89 punti), Parigi (Cac 40 -0,27% a 4941,18 punti) e Milano (Ftse Mib -0,13% a 19'429 punti).

SDA-ATS