Tutte le notizie in breve

Avvio negativo stamane per i listini della Borsa svizzera che risentono ancora dell'incertezza causata dalla "Brexit". Verso le 09.05, l'indice SMI dei titoli guida perdeva lo 0,61% a 7699,72 punti.

Sul mercato allargato, l'SPI cedeva lo 0,54% a 8350,69 punti.

Avvio di seduta in lieve rialzo invece per Piazza Affari a Milano, con l'indice Ftse Mib che guadagnava lo 0,12% a 15.721 punti. Partenza in negativo per la Borsa di Londra col Ftse 100 che cedeva lo 0,5% a 6.168 punti. In flessione anche Francoforte, col Dax in perdita dello 0,42% a 9.516,92 punti. A Parigi, il CAC 40 ha avviato le contrattazioni in arretramento dello 0,8% a 4.073 punti.

La Borsa di Tokyo ha terminato la prima seduta della settimana col segno più, dopo il crollo di venerdì: l'indice Nikkei ha messo a segno un rialzo del 2,39%, guadagnando 357 punti a quota 15.309,21.

Lo yen si è apprezzato ulteriormente con il dollaro, assestandosi poco sopra quota 101, mentre la sterlina ha continuato a deprezzarsi sullo yen da venerdì scorso, malgrado le parole del ministro delle Finanze nipponico Taro Aso, questa mattina, su possibili misure di intervento per stabilizzare i mercati valutari.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve