Tutte le notizie in breve

La Borsa svizzera, dopo un'apertura e una mattina al rialzo, è scivolata in negativo dopo le 16:00 per chiudere con l'indice dei valori guida SMI a 8'142.64 punti, in calo dello 0,73%. Il listino globale SPI ha perso lo 0,61%, a 8'861.83 punti.

Tra gli investitori c'è attesa per il dato mensile sul mercato del lavoro negli Stati Uniti che sarà rivelato nella giornata di domani. Oggi il dato sulle richieste di sussidi alla disoccupazione riguardo la scorsa settimana, salite di 2.000 unità a quota 263.000, è risultato migliore delle attese degli analisti, che scommettevano su quota 265.000.

Ad incidere maggiormente sui mercati internazionali è però stato il dato relativo all'indice Ism manifatturiero, che monitora l'andamento del settore negli Stati Uniti, sceso in agosto a 49,4. Si tratta del primo calo in sei mesi ed è inferiore alle attese degli analisti, che scommettevano su quota 52. Quota 50 è la soglia fra espansione e contrazione del ciclo.

A livello svizzero, a pesare sul listino sono stati soprattutto i tre pesi massimi difensivi Nestlé (-0,70% a 77.75 franchi), Novartis (-1,68% a 76.10 franchi) e Roche (-0,96% a 237.50 franchi). Il colosso farmaceutico Novartis ha fatto sapere ieri sera che taglierà 120 impieghi, in particolare negli Stati Uniti, in relazione a cambiamenti di strategia aziendale.

A cedere oltre l'1% è stato anche Adecco (-1,24% a 55.90 franchi). Swisscom, che era l'unico titolo in negativo nella mattinata, è rimasto in perdita sino alla fine (-0,77% a 466.30 franchi).

In controtendenza hanno chiuso invece i bancari Credit Suisse (+0,31% a 12.85 franchi) e Julius Baer (+1,75% a 41.95 franchi), i titoli del lusso Richemont (+0,79% a 57.10 franchi) e Swatch (+1,22% a 256.20 franchi), gli assicurativi Swiss Life (+0,33% a 246.80 franchi) e Swiss Re (+0,24% a 83.20 franchi), nonché Givaudan (+0,54% a 2'044.00 franchi), SGS (+0,46% a 2'171.00 franchi) e Syngenta (+0,21% a 429.20 franchi).

Sul mercato allargato Oerlikon (+1,06% a 9.55 franchi) ha annunciato oggi di aver completato la cessione della sua divisione Leybold Vacuum. Hanno invece presentato i risultati semestrali IFV Hartmann (-3,65% a 198.00 franchi), Compagnie Financière Tradition (+0,79% a 70.40 franchi) e Molecular Partners (+1,08% a 23.50 franchi).

sda-ats

 Tutte le notizie in breve