Tutte le notizie in breve

Dopo una partenza altalenante la Borsa svizzera si è mantenuta al di sopra della linea di demarcazione per tutta la giornata e ha chiuso con l'indice dei valori guida SMI in crescita dello 0,22% a 8'165,98 punti e quello allargato SPI dello 0,21% a 8'837,17 punti.

"Il mercato si è in parte ripreso dalle perdite della settimana precedente", secondo un operatore. L'insicurezza sull'evoluzione della politica monetaria americana e la crescente paura degli investitori di fronte al Brexit e alle sue conseguenze sull'economia frenano gli affari. Anche il Il rapporto sull'occupazione presentato venerdì negli Usa crea apprensione con il numero dei nuovi posti di lavoro creati a maggio ai minimi da sei anni. Gli occhi sono ora rivolti alle prossime mosse della Fed che nella riunione del 14 e 15 giugno potrebbe rinviare un ulteriore rialzo dei tassi.

Sul fronte interno, Swatch mette a segno una progressione dell'1,37% (a 297 franchi). Secondo quanto indicato ieri da un portavoce di Swatch, confermando una notizia diffusa dalla NZZ am Sonntag, le batterie della sua filiale Belenos Clean Power potrebbero equipaggiare le vetture elettriche e le moto del costruttore cinese Geely. Le due imprese hanno firmato un accordo di collaborazione. In crescita di oltre l'1% chiude anche l'altro titoli del lusso Richemont (+1,19% a 59,75 franchi).

Tutti in positivo i pesi massimi difensivi: Nestlé avanza dello 0,20% a 73,50 franchi, Roche dello 0,15% a 258,60 franchi e Novartis dello 0,06% a 79,05 franchi. I due giganti farmaceutici hanno pubblicato nuovi dati di studi al congresso di oncologia Asco che si tiene negli Stati Uniti fino a domani, ma non hanno entusiasmato.

Per quanto riguarda i bancari in rosso chiude Credit Suisse (-0,84% a 12,92 franchi). Mentre UBS e Julius Bär salgono rispettivamente dello 0,42% (14,47 franchi) e dello 0,21% a 42,85 franchi.

Tra gli assicurativi, in positivi terminano Swiss Re (+0,29% a 87,85 franchi) e Swiss Life (+0,04% a 252,50 franchi), mentre in negativo risulta Zurich (-0,51% a 233,80 franchi) .

Tutti in rialzo chiudono i titoli più sensibili alla congiuntura: ABB (+0,98% a 20,68 franchi), Adecco (+0,75% a 60,25 franchi), Geberit (+0,37% a 381,30 franchi) e LafargeHolcim (+0,57% a 43,93 franchi).

sda-ats

 Tutte le notizie in breve