Tutte le notizie in breve

La borsa svizzera mostra scarso dinamismo: alle 11.15 l'indice dei valori guida SMI segnava 8287,60 punti, in flessione dello 0,09% rispetto a venerdì, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,08% a 9015,05 punti.

Gli operatori parlano di una seduta tranquilla che stenta a trovare un indirizzo preciso. Il mercato rimane incollato agli 8300 punti, una soglia di valore non solo simbolico, considerando che dallo scorso febbraio l'indice SMI ha oscillato fra questo livello e i 7700 punti.

Tutti si chiedono ora se questa settimana si riuscirà finalmente a superare l'ostacolo e a sfondare verso l'alto. Potrebbero in tal senso avere un ruolo fondamentale i numerosi risultati semestrali che verranno pubblicati in questi cinque giorni: informeranno sull'andamento degli affari 35 aziende quotate sulla piazza elvetica, fra cui tre blue chip.

La più importante fra queste è Nestlé (+0,06%) che renderà noti i suoi conti giovedì e che si muove non lontano dagli altri due pesi massimi difensivi, Novartis (-0,06%) e Roche (-0,08%).

In ordine sparso si presentano i valori più sensibili alla congiuntura come ABB (-0,19%), Adecco (-0,71%), Geberit (+0,27%) - domani il bilancio di metà anno - e LafargeHolcim (+0,19%). Marcia praticamente sul posto il segmento del lusso, con Swatch (+0,07%) un mezzo passo davanti a Richemont (-0,17%).

Scarsa unanimità di vedute viene mostrata dai UBS (-0,44%), Credit Suisse (invariata) e Julius Bär (+0,29%). La stessa situazione è ricalcata anche dagli assicurativi Zurich (-0,20%), Swiss Life (+0,55%) e Swiss Re (+0,30%).

Swisscom (-0,37%) è fra i titoli che perde di più, a pochi giorni dalla presentazione dei risultati semestrali. Sul fronte opposto si distingue Actelion (+1,37%), che la settimana scorsa ha vissuto una performance negativa.

Nel mercato allargato Lonza (-0,16%) ha annunciato l'acquisizione di una società americana per 300 milioni di dollari. Basilea (+1,74%) ha diminuito la perdita semestrale, mentre Orascom (-1,01%) è scivolata nelle cifre rosse.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve