Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apertura in ribasso per la borsa svizzera: alle 09.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8325,08 punti, in flessione dello 0,45% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,41% a 9084,66 punti.

Gli investitori sembrano prediligere un atteggiamento attendista, in vista degli importanti appuntamenti della settimana. Si comincia oggi con un discorso della premier inglese Theresa May, che dovrebbe dare contorni più precisi alla Brexit, si proseguirà giovedì con le decisioni di politica monetaria della Banca centrale europea (Bce) e si concluderà venerdì con l'insediamento del nuovo presidente americano Donald Trump.

Tutto quanto sullo sfondo di numerosi dati macroeconomici e aziendali. Sul fronte interno ha informato oggi sull'andamento degli affari Geberit (+2,65%). Tutti gli altri valori sono negativi, ad eccezione di Actelion e Richemont, entrambi invariati.

Intanto Wall Street ha chiuso ieri contrastata (Dow Jones -0,03% a 19'885,73 punti, Nasdaq +0,48% a 5574,12 punti), mentre Tokyo è oggi nettamente arretrata (Nikkei -1,48% a 18'813,53 punti).

Anche le altre piazze europee hanno avviato le contrattazioni deboli: nel dettaglio vanno segnalate Francoforte (Dax -0,29% a 11'521,50 punti), Parigi (Cac 40 -0,35% a 4865,19 punti), Londra (Ftse-100 -0,25% a 7308,49 punti) e Milano (Ftse Mib -0,19% a 21'010 punti).

SDA-ATS