Tutte le notizie in breve

La borsa svizzera galleggia oggi non lontano dalla parità: alle 11.00 l'indice dei valori guida SMI segnava 7845,15 punti, in flessione dello 0,07% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,02% a 8468,69 punti.

Gli investitori appaiono poco propensi ad impegnarsi, in vista da una parte della festività dell'Ascensione in vaste zone dell'Europa e dall'altra in attesa di importanti dati macroeconomici americani.

Sul fronte interno Credit Suisse (+0,51%), che ha ceduto crediti in sofferenza per oltre 1 miliardo annunciando ammortamenti supplementari per 100 milioni, si muove meglio di UBS (-0,92%) e Julius Bär (-0,84%). Praticamente fermi al palo sono ancora gli assicurativi Zurich (-0,19%), Swiss Life (+0,17%) e Swiss Re (invariata).

Fra i valori più sensibili ai cicli economici Adecco (+0,49%), Geberit (+0,25%) e LafargeHolcim (+0,65%) appaiono più ispirati di ABB (-0,20%). Nel segmento del lusso Swatch (-0,47%) e Richemont (+0,32%) non presentano unanimità di vedute.

Syngenta (+0,13%) ha designato il nuovo CEO, nella persona di Erik Fyrwald. Frenano il listino i pesi massimi difensivi Nestlé (-0,07%) e Novartis (-0,28%), mentre Roche (+0,04%) prova a smarcarsi.

Nel mercato gli occhi sono puntati su Sonova (+2,17%), che ha comunicato un'importante acquisizione in Olanda.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve