Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera amplia ancora i guadagni con l'indice SMI dei titoli guida che a due ore dalla chiusura segna un progresso dell'1,08% a 8'230,70 punti, mentre l'indice complessivo SPI sale dell'1% a quota 8'950,33.

Oggi c'era attesa per la pubblicazione dei dati sul mercato del lavoro americano, cresciuto in agosto meno del previsto: i posti di lavoro creati sono stati 151.000, una cifra inferiore ai pronostici degli analisti, che scommettevano su 180.000 impieghi. Il tasso di disoccupazione negli USA è rimasto fermo al 4,9%, quando era previsto un calo al 4,8%.

I dati arrivano a poche settimane dalla riunione della Fed, in calendario il 20 e 21 settembre: in queste condizioni un aumento già questo mese dei tassi di interesse appare più che improbabile.

Sulla piazza zurighese gli ordini di acquisto stanno riguardando in particolare i farmaceutici, con Novartis che avanza dell'1,51% e Roche che segna un rialzo dell'1,31%. Il gruppo Roche, ieri, ha annunciato che vuole eliminare 190 posti di lavoro a Basilea. In decisa progressione pure la società biotecnologica Actelion (+1,54%) così come il gigante dell'alimentare Nestlé (+1,16%).

Il comparto bancario, apparso debole in mattinata, sta recuperando terreno: UBS (+1,06%), Credit Suisse (+0,23%) e Julius Bär (+0,48%) sono tutte positive. Inversione di tendenza, nel segmento del lusso, anche per Swatch (+0,78%) e Richemont (+1,66%). SGS, che oggi ha annunciato di aver acquistato il 75% del capitale della brasiliana Unigeo Agricultura de Precisâo, sta salendo dell'1,06%; mentre tra i valori più sensibili alle variazioni congiunturali si mette in evidenza ABB (+1,98%).

Sul mercato allargato Plazza retrocede dello 0,53%: stamane la società immobiliare zurighese, scorporata l'anno scorso dal conglomerato industriale Conzzeta, ha annunciato utili semestrali in calo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS