Tutte le notizie in breve

Seduta interamente negativa quella odierna per la Borsa svizzera, con chiusura sui minimi di giornata, appesantita soprattutto dai bancari come nel resto del Vecchio continente. L'SMI segna -1,43% a 8'011.24 punti, l'SPI -1,29% a 8'713.96 punti.

UBS ha lasciato sul terreno il 5,99% a 12.55 franchi, Credit Suisse il 6,19% a 10.46 franchi. Julius Bär ha contenuto le perdite (-1,11% a 39.34 franchi).

Gli operatori hanno spiegato che i due maggiori titoli bancari stanno registrando le perdite riportate ieri (e anche oggi) dalle concorrenti europee, quando la piazza elvetica era chiusa per la Festa nazionale. Venerdì sera erano stati pubblicati i risultati degli stress test condotti su 51 banche dell'UE, dai quali era emerso che la maggior parte di esse ha accresciuto la propria resistenza in caso di scenari avversi. Gli esperti hanno però messo in guardia dal tirare affrettatamente un sospiro di sollievo.

Hanno inciso negativamente sull'atteggiamento degli investitori nei confronti del comparto bancario anche la crisi del settore in Italia così come l'avvertimento sugli utili lanciato oggi dalla tedesca Commerzbank. Gli specialisti hanno anche citato i costi sconosciuti che potrebbero emergere per UBS e Credit Suisse - che hanno presentato giovedì e venerdì i loro conti semestrali - in relazione a contenziosi ancora aperti. Inoltre dalla prossima settimana le azioni del numero 2 elvetico saranno estromesse dall'indice Stoxx Europe 50.

Sotto pressione anche alcuni dei titoli maggiormente esposti alle variazioni congiunturali: LafargeHolcim - che ha fatto sapere ieri di cedere una partecipazione maggioritaria in Cina - ha chiuso con una flessione del 4,42% a 44.08 franchi, Adecco del 2,35% a 51.95 franchi. Richemont ha perso il 4,33% a 56.40 franchi e Swatch il 2,36% a 248.10 franchi. Credit Suisse ha peggiorato la propria valutazione di questi due titoli a "underperform" e ne ha abbassato l'obiettivo di corso. Pesante anche Actelion (-2,97% a 166.80 franchi).

In calo pure una parte degli assicurativi: Zurich ha ceduto l'1,72% a 228.90 franchi, Swiss Life l'1,53% a 218.10 franchi mentre Swiss Re - unico titolo in rialzo - è salito dello 0,12% a 81.45 franchi. Non hanno aiutato il listino nemmeno i pesi massimi difensivi, con Nestlé che ha perso lo 0,84% a 77.05 franchi, Novartis lo 0,81% a 79.65 franchi e Roche lo 0,85% a 245.40 franchi.

Nel listino allargato OC Oerlikon è sceso dello 0,55% a 9.02 franchi, mentre la Banca cantonale di Glarona (GLKB) ha guadagnato lo 0,25% a 20.40 franchi. Entrambi hanno pubblicato oggi le cifre semestrali. Kudelski (+1,45% a 20.95 franchi) ha invece concluso un accordo riguardante le licenze di brevetti con Apple.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve