Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera ha chiuso la seduta odierna in territorio positivo con l'indice SMI dei titoli in progresso dello 0,21% a 8'405,48 punti, mentre l'indice complessivo SPI è salito dello 0,20% a quota 9'175,24.

Al centro dell'attenzione degli investitori vi è stata Actelion, in procinto di essere rilevata da Johnson & Johnson per 30 miliardi di dollari. L'operazione, che prevede lo scorporo delle attività di ricerca e sviluppo del gruppo basilese, scalza la francese Sanofi che in passato aveva cercato di mettere le mani sulla casa farmaceutica. L'offerta di J&J prevede che gli azionisti di Actelion ricevano 280 dollari in contanti per ogni azione detenuta, pari a un premio del 23% rispetto all'ultima quotazione di ieri.

La transazione è stata accolta molto favorevolmente dai mercati e il titolo Actelion in borsa ha fatto un balzo del 19,44% (a 271.60 franchi). Nel comparto farmaceutico si sono profilati al rialzo anche Novartis (+0,91% a 71.90 franchi) e Roche (+0,38% a 235.70 franchi), mentre il colosso dell'alimentare Nestlé - il terzo peso massimo difensivo - non è riuscito a mantenersi a galla (-1,36% a 72.80 franchi) dopo il dato della concorrente Unilever sul fatturato, risultato inferiore alle attese degli analisti.

Nel segmento del lusso hanno ceduto terreno Swatch (-0,34% a 354.80 franchi) e Richemont (-1,15% a 77.35 franchi): oggi sono state pubblicate le statistiche sulle esportazioni orologiere, che nel 2016 hanno subito una brusca frenata per il secondo anno consecutivo. Le vendite all'estero sono scese del 9,9% a 19,41 miliardi di franchi.

Contrastati i valori bancari, con Julius Bär in accelerazione dello 0,64% (a 47.37 franchi), mentre sono scivolati, dopo i guadagni degli scorsi giorni, Ubs (-1,22% a 17.02 franchi) e Credit Suisse (-0,38% a 15.85 franchi). Ubs presenterà domani i risultati annuali. Nemmeno gli assicurativi hanno seguito una tendenza unitaria, con Zurich Insurance (+0,24% a 288.60 franchi) in progresso, Swiss Life sulla soglia della parità (-0,07% a 302.90 franchi) e Swiss Re in arretramento (-0,96% a 93.30 franchi).

Sul mercato allargato hanno informato sull'andamento degli affari Starrag (+10,57% a 58.60 franchi) e Hochdorf (-3,48% a 312.00 franchi).

SDA-ATS