Tutte le notizie in breve

Dopo un avvio titubante, la Borsa svizzera ha ampliato i guadagni grazie soprattutto alla buona performance di Novartis, dei titoli finanziari e del lusso. Verso le 11.20, l'indice SMI dei titoli guida saliva dello 0,37% a 7935,91 punti.

L'indice completo SPI avanzava dello 0,27% a 8586,56 punti.

Tra i titoli in particolare evidenza si segnala il gigante farmaceutico Novartis, in progressione dell'1,30%. Stamane, la società di Basilea ha comunicato dati incoraggianti riguardanti i test in fase clinica del suo preparato LEE011 (ribociclib) per il trattamento del tumore al seno.

Tra gli altri titoli difensivi, la concorrente Roche è invariata mentre il gigante dell'alimentazione Nestlé cede lo 0,07%.

Tra i bancari, UBS è in crescita dello 0,71%, Credit Suisse dello 0,68% e Julius Baer dello 0,40%. Per gli assicurativi, Zurich avanza dello 0,17%, mentre Swiss Life e Swiss Re sono in flessione rispettivamente dello 0,42% e dello 0,64%.

Tra i titoli maggiormente sensibili alla congiuntura, LafargeHolcim avanza dello 0,72%, ABB dello 0,15%. Bene anche i titoli del lusso, con Swatch in salita dell'1,47% e Richemont dell'1,23%.

Sul mercato allargato, Sonova cede oltre il 7%. Il produttore zurighese di apparecchi acustici ha archiviato l'esercizio 2015/16, conclusosi a fine marzo, con profitti per 345,8 milioni di franchi (-6,1% annuo) e ricavi per 2,07 miliardi (+1,8%). Gli analisti hanno giudicato deludenti i risultati della società.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve