Tutte le notizie in breve

La borsa svizzera si mantiene positiva, ma ha limato i guadagni: alle 15.30 l'indice dei valori guida SMI segnava 8217,84 punti, in progressione dello 0,14% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI saliva dello 0,22% a 8217,84 punti.

Sul mercato si sono attenuati i timori circa un rapido rialzo dei tassi di interesse negli Usa. Ma mancano impulsi sufficienti per dare un orientamento più deciso al mercato.

Sul fronte interno in evidenza è Richemont (+2,21%), che domani presenterà il dato del fatturato nei primi cinque mesi dell'esercizio 2016/2017. Nello stesso segmento del lusso gli acquisti interessano anche Swatch (+1,87%).

Gli occhi sono puntati pure su LafargeHolcim (+1,15%): in un incontro con gli analisti i vertici del gruppo si sono mostrati fiduciosi riguardo al raggiungimento degli obiettivi prefissati. In ordine sparso si presentano gli altri valori particolarmente sensibili alla congiuntura Adecco (-0,81%), ABB (+1,02%) - il grande azionista svedese Cevian auspica lo scorporo di una divisione - e Geberit (+0,19%).

Fra i bancari ferma al palo rimane UBS (-0,07%), mentre avanzano Credit Suisse (+0,30%) e Julius Bär (+0,90%). Scarsa unanimità di veduta è offerta dagli assicurativi Zurich (+0,39%), Swiss Life (-0,36%) e Swiss Re (-0,41%).

Meno tonici rispetto alla mattinata appaiono Novartis (+0,26%) e Roche (+0,29%), mentre ha virato in negativo il terzo peso massimo difensivo, Nestlé (-0,32%).

Nel mercato allargato balzo di Partners Group (+11,04%) dopo buoni risultati semestrali. Vaudoise (-2,88%) ha per contro annunciato un calo dell'utile. Ha informato sull'andamento degli affari anche BFW (+1,01%).

sda-ats

 Tutte le notizie in breve