Tutte le notizie in breve

Come le altre principali piazze europee, anche la Borsa svizzera prosegue la seduta in calo appesantita dal comparto delle banche. Alle 15.10 l'SMI cede lo 0,80% a 8'061.96 punti, l'SPI lo 0,74% a 8'762.54 punti.

Gli operatori hanno rilevato che i risultati degli stress test condotti su 51 banche europee, la crisi del settore in Italia così come l'avvertimento sugli utili lanciato dalla tedesca Commerzbank incidono negativamente sull'atteggiamento degli investitori nei confronti del comparto. A Zurigo UBS lascia sul terreno il 6,37%, Credit Suisse il 5,56%. Julius Bär contiene le perdite allo 0,43%.

Sotto pressione pure i ciclici LafargeHolcim (-3,10%) e Adecco (-1,79%) così come il lusso, con Richemont in discesa del 3,22% e Swatch dell'1,89%. Tra i pesi massimi difensivi Nestlé perde lo 0,39%, Roche lo 0,16% mentre Novartis avanza dello 0,19%. In controtendenza pure Givaudan (+0,75%), Swiss Re (+0,49%) e Syngenta (+0,13%).

sda-ats

 Tutte le notizie in breve