Tutte le notizie in breve

La Borsa svizzera ha ampliato le perdite rispetto alla mattinata, nonostante la pubblicazione di alcuni dati macroeconomici positivi in Europa e negli Stati Uniti. Alle 15.15 l'SMI cede lo 0,93% a 8'227.88 punti, l'SPI lo 0,91% a 8'951.44 punti.

Il clima di fondo resta buono, ma i rischi sono in parte considerati elevati e quindi gli investitori realizzano i guadagni, ha rilevato un operatore. Un altro ha riferito che gli investitori attendono un calo dei corsi per tornare ad acquistare.

Tra le blue continua a brillare Geberit (+5,08%) dopo la presentazione dei conti semestrali. Il titolo ha raggiunto un nuovo record storico. In rialzo pure LafargeHolcim (+0,29%), mentre restando tra i ciclici ABB perde l'1,21% e Adecco lo 0,62%.

Sotto pressione i colossi farmaceutici Novartis (-1,43%) e Roche (-1,29%), nonché SGS (-1,23%), Givaudan (-1,21%) e UBS (-1,19%), così come gli assicurativi Swiss Re (-1,66%), Zurich (-1,30%) e Swiss Life (-0,92%).

Nel listino allargato Tecan guadagna l'8,15%, Looser il 2,62%, Forbo l'1,89% e Phoenix Mecano l'1,17%, mentre Tornos ed Elma non sono ancora state scambiate. VZ Holding lascia sul terreno il 10,14%, Schindler il 4,54%. Tutte hanno pubblicato oggi i risultati semestrali.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve