Tutte le notizie in breve

Dopo una mattinata già chiaramente in rialzo gli indici della Borsa svizzera hanno aumentato ancor di più i guadagni. Alle 15.15 circa l'SMI cresce del 2,12% a 7'938.65 punti, l'SPI del 2,07% a 8'572.03 punti.

Le progressioni più consistenti sono messe a segno da Givaudan (+3,69%), Actelion (+3,51%), Zurich (+3,27%) e Swisscom (+3,05%). In forte rialzo anche i ciclici Adecco (+2,65%), Geberit (+2,62%) e LafargeHolcim (+2,96%), i colossi farmaceutici Novartis (+2,84%) e Roche (+2,60%), SGS (+2,54%) nonché gli assicurativi Swiss Re (+2,96%) e Swiss Life (+2,27%).

Tra i bancari UBS avanza del 2,04%, mentre Credit Suisse ora sale solo dello 0,10% (+3,5% in apertura) e Julius Bär è scivolata sotto la parità (-0,30%). In controtendenza anche Swatch - in seguito al peggioramento della raccomandazione di HSBC -, mentre Richemont è salita sopra la linea di demarcazione. Nestlé sostiene il listino con un +1,50%.

Nel mercato allargato da segnalare che Helvetia sale del 9,47% dopo aver annunciato che il direttore di Helvetia Svizzera, Philipp Gmür, diventerà in settembre nuovo CEO del gruppo. Il presidente della direzione attuale, Stefan Loacker, lascerà l'incarico dopo nove anni.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve