Brasile: giudice nega rinvio processo Lula per morte moglie


 Tutte le notizie in breve

Il giudice brasiliano Sergio Moro, capo del pool di magistrati che conduce l'inchiesta 'Lava Jato', ha respinto una richiesta dei legali dell'ex presidente Luiz Inacio Lula da Silva di rinviare le udienze del procedimento giudiziario a suo carico.

La richiesta era stata presentata in considerazione della morte delle moglie Marisa Leticia, scomparsa venerdì scorso.

"Nonostante il tragico avvenimento, vi sono diverse udienze già fissate, con decine di testimoni", ha scritto Moro nel documento con cui respinge la richiesta di rinvio presentata dai legali di Lula "per rilevanti motivi personali".

Marisa Leticia, scomparsa a 66 anni per un aneurisma, era imputata assieme al marito in un processo sulla proprietà di un attico di lusso in una località balneare sul litorale di San Paolo. La procura ritiene che l'immobile appartenga all'ex presidente e che gli sia stato donato da un'impresa di costruzioni come forma di tangente. L'ex capo di stato respinge categoricamente le accuse.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve